La diopside: un minerale per la costituzione magnesica

La diopside è il pirosseno monoclino, un silicato di calcio e magnesio con la seguente formula CaMg(SiO3)2. I pirosseni e i pirossenoidi si formano quando i gruppi silicati SiO4 si legano tra loro per formare delle catene singole, quando invece si legano in doppie catene formano gli anfiboli; oltre la diopside ci sono in natura altri pirosseni. Il diopside si presenta in cristalli prismatici e spesso in aggregati colonnari.  Solitamente è di colore verde, si presenta in ammassi granulari o in frammenti informi, a volte può avere colore azzurro, giallo, biancastro; ha un’attività rimineralizzante generale e favorisce il callo osseo; quindi è indicato per il consolidamento di fratture ossee, astenia psicofisica, spasmofilia, fibromialgie; le azioni sono in relazione con il meccanismo dechelatrice e inoltre con l’apporto degli elementi su indicati attraverso il minerale; i minerali complementari con la diopside sono il feldspato quadratico per le fratture ossee e il glauconie per la spasmofilia; si utilizza la diluizione 8 DH, 1 fiala 3 volte la settimana.

La costituzione magnesica corrisponde al soggetto fosforico in omeopatia che ha come rimedi costituzionali il phosphorus, potassium phosphoricum, pulsatilla: quindi manifesta iperfunzione della tiroide, è magro, longilineo, viva immaginazione, movimenti armoniosi; poca resistenza agli sforzi fisici prolungati, frequenti infezioni respiratorie, allergia, alterazioni fosfato-calciche e magnesiche; altro medicinale della costituzione magnesica è la dolomite il carbonato di calcio e magnesio; da notare che c’è affinità con il sale di Schussler potassio fosfato il quale è anche un rimedio omeopatico nelle diluizioni maggiori che nel sale di Schussler.

Il feldspato quadratico è l’alluminio silicato di calcio e sodio con tracce di carbonio e zolfo di una costituzione intermedia tra il granitico e il magnesico: manifesta un’azione trofica articolare e ossea, favorisce la ricostruzione della trama ossea; quindi è indicato per artrosi in varie localizzazioni, artrite reumatoide, artrite psorisiaca, spondilite anchilosante. Il glauconie è un’allumosilicato di ferro ferrico e ferroso idrato con tracce di fluoro, manganese, rubidio, titanio della costituzione mercuriale secondo la litoterapia, come le altre costituzioni su indicate; si presenta in sottili lamelle cristalline color verde; trae origine da sedimenti marini, di natura organica, oppure derivati di minerali argillosi; manifesta un’attività riequilibrante il sistema neurovegetativo: è indicato inoltre per le manifestazioni psicosomatiche, ulcera gastroduodenale, intestino irritabile, dismenorrea, insonnia, spasmofilia.

In sintesi: silicati-pirosseni-verde-fosforico-pulsatilla-glauconie.

 

Dottor Fabio Renzi
photo credit: géry60 diopside, calcite via photopin (license)

Fabio Renzi

Farmacista, Naturopata, autore saggista Iscritto a Società Medica Bioterapica SMB Italia - email: fabiorenzi.im@gmail.com - sito internet: www.fabiorenzi.altervista.com - iscritto a Associazione Enigmistica La Sibilla, www.lasibilla.altervista.org

    Fabio Renzi ha 30 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabio Renzi

    Fabio Renzi
    EnglishItalian