Yogananda e la dieta magnetica

Una sana alimentazione secondo le disposizioni di Yogananda

YoganandaYogananda è stato tra i più grandi yogi che hanno raggiunto l’Occidente nel secolo scorso. Egli nacque a Gorakhpur in India nel 1893 e fin da bambino mostrò un temperamento spirituale fuori dal comune; il maestro dei suoi genitori era il grande yogi Lahiri Mahasaya, famoso per aver fatto rinascere il Kriya Yoga nell’India moderna. Fu proprio lui a benedire il bambino e a predire il luminoso futuro che il destino gli aveva riservato.

Negli anni venti, infatti, raggiunse gli Stati Uniti e presentò la scienza dello Yoga riscuotendo un grande successo e seguito.

Il suo libro “Autobiografia di uno Yogi” è tra i testi più letti della letteratura spirituale indiana e non solo, anche altri testi minori dove sono raccolti i suoi discorsi e consigli, hanno tutt’oggi una grandissima diffusione sul grande pubblico consacrando Yogananda ad essere uno dei maestri radice per gli aspiranti yogin.

In questo articolo tratteremo alcuni punti chiave riguardanti una sana alimentazione secondo le disposizioni di Yogananda, la sua dieta è stata definita “magnetica” e spieghiamo ora il perché:

Secondo il maestro la salute è il sentirsi bene, vigorosi, pronti alle sfide quotidiane e non solamente la mera assenza di malattia.

Il cibo è un elemento imprenscindibile per apportare al corpo la giusta carica e tale carica vitale viene assorbita dall’energia cosmica attraverso la spina dorsale e il processo metabolico che trasforma il cibo in energia.  Paesaggio Nuvole e SoleQuindi l’obiettivo principale della dieta magnetica è l’assorbimento di energia. Per questo il Sole e l’ossigeno diventano il primo cibo che il corpo deve assimilare, vivere lontani dalla possibilità di fare bagni di Sole, lontani dall’aria pulita può essere molto deleterio per il buon funzionamento del corpo.

Quando ci si sente molto stanchi, Yogananda consiglia di passare del tempo all’aria aperta, anche vicino ad una finestra se non si può uscire e iniziare ad inspirare ed espirare dodici volte per tre volte al giorno; questa tecnica può aiutare anche chi sta digiunando. Uno dei grandi benefici del pranayama (le tecniche respiratorie all’interno dello Yoga) è proprio quello di ringiovanire le cellule del corpo, di rendere magnetica la persona. Il pranayama è fondamentale anche per la stabilizzazione della mente, è intuibile come anche i pensieri possano considerarsi cibo. Bisogna coltivare la pace ed evitare persone e ragionamenti negativi e portatori di angoscia. La mente non va esposta alle ansie che come veleni mentali la possono far ammalare, così come mastichiamo lentamente il cibo è necessario masticare bene e piano anche i pensieri e sceglierli accuratamente.  I cibi solidi vanno altrettanto selezionati perché vanno ad influenzarci non solo su un piano grossolano ma anche su un piano più sottile: la frutta secca, la frutta dolce e le verdure hanno il più alto grado di compatibilità e presenza di proprietà nutritive e sono le sostanze più indicate per una dieta bilanciata.Alimentazione

Alimenti come la carne, secondo Yogananda, andrebbero evitati o comunque limitati perché sono cibi denaturati con addosso vibrazioni di basso livello energetico. Più assimiliamo cibi pieni di energia, luce e compatibilità con il corpo, più il nostro benessere e magnetismo aumenterà e porremo le basi per una vita longeva e felice.

Monia Carducci

BIBLIOGRAFIA:

Monia Carducci

Insegnante, laureata in Filosofia con Master in Filosofie Orientali e comparative, diplomata in Naturopatia presso il Campus Framens.

    Monia Carducci ha 12 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Monia Carducci

    Monia Carducci
    EnglishItalian