Cura dei capelli in Medicina Tradizionale Cinese

“Se i Reni sono forti, i denti sono saldi e i capelli crescono bene.
Se l’energia dei Reni declina, i capelli cadono e si cominciano a perdere di denti ”.

Come possiamo leggere nel “Su Wen” i Reni si manifestano nei capelli.

Questo Sistema Funzionale tesaurizza il Jing, uno dei “tre tesori”, la nostra energia vitale più profonda. E se questa energia è forte i capelli risulteranno sani, lucenti e resistenti!
Questo legame con il tempo è andato un po’ a perdersi… ma nei tempi antichi era ben noto. Basti pensare al mito di Sansone, la cui forza si concentrava nella capigliatura; o alle tribù degli indiani d’America dove più i capelli erano lunghi, più l’uomo era ritenuto forte e virile.

Il colore legato ai Reni è il nero (infatti un modo piuttosto semplice per individuare un deficit a carico di questo Sistema Funzionale consiste nell’osservare occhiaie nere sotto gli occhi, pelle dal colorito grigiastro e la tendenza della persona a vestirsi di nero).

E non a caso per i cinesi il nero è il colore per eccellenza dei Capelli.

Da qui un grande fraintendimento nel mondo occidentale: quando leggete che un estratto fitoterapico aiuta a far tornare i capelli neri, non significa che vi farà realmente sparire i capelli bianchi, ma è semplicemente un modo per indicare la sua funzione di sostegno ai Reni e quindi a “rallentare” l’invecchiamento.

Quando però l’energia dei Reni non è forte ecco che anche i capelli ne risentono. Ma non solo! I capelli vengono nutriti dallo “Xuè” (Sangue) la cui produzione e diffusione può dipendere da Reni (a partire dal Midollo Osseo), Fegato (il magazzino del Sangue per eccellenza), Milza-Pancreas (che contribuisce alla formazione del Sangue a partire da cibo e bevande), Cuore (dove il Sangue assume il suo caratteristico colore rosso) e Polmone (che contribuisce alla sue diffusione).

Passiamo ora in rassegna le principali problematiche legate ai capelli e gli squilibri che ne sono alla base:

  • CAPELLI SECCHI: si tratta sempre di una condizione di deficit, che potrebbe interessare il Qi (astenia, feci molli, vista offuscata, vertigini…), il Sangue (parestesia, amenorrea o mestruo scarso, pallore, vista offuscata, vertigini…) o lo Yin (dolori lombari e alle ginocchia, acufeni, secchezza della pelle e delle mucose, palpitazioni, ansia, stipsi, sudorazione notturna…).
  • CAPELLI GRASSI: si tratta in genere di un eccesso di Umidità (che se non trattato spesso porta anche ad un deficit di Qi di Milza-Pancreas) a cui può essere anche associato del calore (in questo caso è probabile la comparsa di forfora grassa).
  • CADUTA DEI CAPELLI: se questa caduta è lenta e graduale probabilmente la causa è da ricercarsi in un deficit di Sangue di Fegato o di Jing di Rene. Nel caso in cui invece la caduta sia repentina la causa è più probabilmente un eccesso, nello specifico si tratta di Vento Interno (quello che banalmente usiamo definire effluvio da Stress).
  • CAPELLI BIANCHI PRECOCI : come abbiamo visto il colore dei capelli dipende dall’energia del Rene; se questa viene a mancare ad esempio per un grande spavento (la Paura è l’emozione legata al Rene) potremo osservare una comparsa precoce di “colpi di luna”.

Quali rimedi adottare?

Massaggio:

il massaggio aumenta il flusso di sangue alle radici dei capelli e aiuta a stimolare il flusso del Qi attraverso i meridiani del cuoio capelluto.

Fitoterapia:

se è possibile, è meglio recarsi da un medico tradizionale cinese e farsi prescrivere una mistura di erbe specifica per il vostro disequilibrio energetico . In ogni caso ci sono varie misture di erbe disponibili nelle farmacie cinesi, così come nei negozi cinesi. Una fra le tante : HAIR PHITO WAN prodotta e distribuita da Qiu Tian.

Alimentazione:
il sapore del Rene è il salato. Questo sapore, se assunto in quantità moderate, sarà di nutrimento per i Reni. Tonificante per i reni potrebbe essere, ad esempio assumere acqua calda leggermente salata o l’assunzione regolare di pesci e alghe di mare. Diversamente, se in eccesso (come purtroppo siamo spesso abituati ), il sapore salato danneggia i Reni.

Per nutrire il sangue invece, scegliere alimenti di colore rosso, arancione o viola è sempre una buona indicazione: barbabietole, pomodori, arance rosse, fragole, more, uva…

Ma non solo, un rimedio molto utilizzato in Cina per nutrire il sangue è il brodo di pollo!

Infine esistono cibi che al contrario potrebbero impoverire ulteriormente il Sangue come: alcolici, spezie (cannella, zenzero secco, peperoncino…), fritture, caffè e, sebbene non siano propriamente dei cibi , fumo di sigaretta ed emozioni come rabbia e frustrazione.

Margherita Carli

Margherita Carli

Dott.ssa in Scienze Motorie e Operatrice Olistica specializzata in Alimentazione Energetica secondo la Medicina Tradizionale Cinese Integrazione Fitoterapica Fiori di Bach

    Margherita Carli ha 6 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Margherita Carli

    Margherita Carli
    EnglishItalian