Proprietà Benefiche delle Castagne

Lo sapevi che…

questo meraviglioso frutto autunnale ha molteplici caratteristiche benefiche? Esaminiamole brevemente.

Il Castagno Europeo o Castanea Sativa appartenente alla famiglia delle Fagaceae, ha un valore nutrizionale tale, da caratterizzarlo come un frutto del tutto atipico. E’ poco ricco di acqua rispetto agli altri frutti autunnali, ma particolarmente ricco di carboidrati, tanto da renderlo un’alternativa al pane, alla pasta o alle farine; del tutto privo di glutine è adatto anche a chi soffre di celiachia.

Attenzione al suo utilizzo che deve essere moderato per via dell’apporto calorico. Infatti 100 gr. di castagne equivalgono a 174 calorie, per questo motivo sarebbe indicato consumare tale frutto lontano dai pasti o come sostituto del pasto principale. Soprattutto se si segue uno stile di alimentazione a basso indice glicemico, è importante ricordare a seconda della cottura che esse sprigionano più o meno calorie. Le castagne arrosto, infatti, sono più caloriche rispetto a quelle bollite.

Sono inoltre molto sazianti, grazie alla gran quantità di carboidrati amidacei e al tempo stesso povero in grassi: 100 gr di castagne contengono solo 1,7 gr di grassi, di cui in parte polinsaturi appartenenti alla famiglia degli omega 3 e degli omega 6.

Al tempo stesso sono ricche di diversi minerali e vitamine e in particolare di vitamine del gruppo B, vitamina E, vitamina K, potassio, fosforo, magnesio, zinco, rame e manganese.

Evidenziamone alcune caratteristiche che lo contraddistinguono:

  • la presenza di acidi grassi quali omega 3 e omega 6 e di fibre, esaltano la limitazione del dell’assorbimento del colesterolo.
  • la presenza di acido gallico ed ellagico, di flavonoidi (quercitina, rutina ed apigenina) lo contraddistinguono per un’azione anti microbica e antibatterica.

I flavonoidi contenuti in maggiore quantità nelle foglie, possiedono proprietà espettoranti, sedative e antisettiche in caso di tosse, raffreddori, infezioni alle vie respiratorie.

La loro azione sedativa aiuta anche in caso di tosse convulsa. Lo si può utilizzare sotto forma di infuso, aggiungendo dei chiodi di garofano e corteccia di cannella per esaltarne le proprietà e darne un tocco di gusto gradevole. Le foglie, grazie alla presenza di tannini, agiscono con un potere astringente sulle mucose di tutto il corpo e vengono anche utilizzate in caso di diarrea, emorroidi ed emorragie o come coadiuvanti nelle terapie per flebiti e degli stati di fragilità capillare. Questo supporta la loro caratteristica sul sistema linfatico, grazie alle proprietà drenanti.

Luisa Guarino

Luisa Guarino

Laurea in Psicologia all'Università Cattolica del Sacro Cuore (MI), Diploma di Naturopatia presso il Campus "Laboratori Borri" (ora Campus FRAMENS) con il patrocinio dell'Università di Tor Vergata (RM), Specialista in Riflessologia Plantare, Erboristeria, Alimentazione e Intolleranze Alimentari, Cinesiologia - Chinesiologia - Posturologia, partecipazione a Corso triennale di formazione per terapeuti in Biopsicosomatica (Dott J.Cloude Badard - Bologna), Titolare presso Erboristeria "La Bottega delle Erbe" (BR), Presidente dell'Associazione “La Saggezza della Natura” Centro Olistico e di Cure Naturali.

Luisa Guarino ha 3 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Luisa Guarino

Luisa Guarino
EnglishItalian