Il nervo vago: nervo delle emozioni

Cari lettori, voglio parlarvi del nervo più lungo del corpo umano: il nervo vago.

Fa un viaggio molto lungo nel nostro corpo: attraverso il foro giugulare arriva al collo, dove scende nel torace e continua la sua discesa, sino ad arrivare all’intestino. Vi starete chiedendo: “perché Valentina lo chiami nervo delle emozioni?”, la risposta è che il nervo vago può smettere di funzionare bene se le nostre emozioni sono negative e se il nostro stato emotivo è messo a dura prova con lo stress.

Le disfunzioni che può creare il nervo vago sono diverse: emicrania, battiti del cuore accelerati, problemi digestivi, debolezza, insonnia. Vi spiegherò come stare meglio senza entrare nei dettagli medici, ed è chiaro che vi dovete sempre affidare ad un medico se avete questi sintomi, potete comunque fargli vedere il mio articolo e chiedere un parere.

Ecco le strategie che personalmente uso con costanza per stimolare il nervo vago:

  • Fare Aerobica
  • Meditare
  • Riposare
  • Mangiare sano
  • Costruire relazioni sociali positive
  • Ridere tanto

Vi ricordo queste bellissime parole:

“Una mente calma apporta forza interiore e sicurezza, per questo è molto importante per godere di buona salute” (Dalai Lama)

Un abbraccio cari lettori

Mazzoleni Valentina

Valentina Mazzoleni

Studentessa di naturopatia, da sempre appassionata a tutto ciò che è legato alla natura e al benessere.

    Valentina Mazzoleni ha 3 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Valentina Mazzoleni

    Valentina Mazzoleni
    EnglishItalian