Il Tuina, una pratica da scoprire

massaggio_tuina

Il tuina, Massaggio Tradizionale Cinese Terapeutico, è una pratica ampiamente diffusa in Cina, e va via via affermandosi sempre più anche in Occidente.
Ha radici antiche che datano intorno al 2700. a. C.
Come gli altri metodi che rientrano nel “ corpus “ della MTC come l’agopuntura, la fitoterapia cinese, la dietetica medica, il Qi Gong e le tecniche complementari, il Tuina si avvale delle medesime basi teoriche e, tuttavia, può costituire una disciplina autonoma che permette all’operatore di intervenire riequilibrando un gran numero di disturbi e disarmonie, ripristinando il corretto funzionamento delle funzioni fisiologiche e sostenendo l’organismo, attraverso l’attivazione della cosiddetta “Energia Difensiva” (WEI QI) e delle naturali risorse omeostatiche.
La pratica del Tuina agisce sullo strato più esterno del corpo umano, la cute, e attraverso una grande varietà di stimolazioni e manipolazioni, lavora mediante l’azione dei punti e dei canali energetici (i cosiddetti meridiani), che mettono in comunicazione l’esterno con l’interno.
In questo modo agendo sull’esterno si può ristabilire un fluire armonico del sangue e dell’energia , il QI, principio vitale che anima e sostiene l’intera struttura psico – fisica dell’essere umano.
Infatti la scomparsa del senso di benessere, che normalmente accompagna l’individuo in buona salute, esprime uno squilibrio e la necessità di ripristinare un’armonia stimolando gli intrinseci sistemi di autoregolazione. Il Tuina si è rivelato nel tempo e soprattutto nella millenaria esperienza cinese, uno strumento per riattivare le risorse individuali e velocizzare i processi di guarigione.
La pratica è indolore e non invasiva : l’unico strumento è la mano stessa dell’operatore che deve con l’esperienza affinare l’ascolto, praticare la precisione e finalizzare con sensibilità il trattamento.
In Cina il Tuina è metodo di cura e prevenzione dall’età pediatrica sino a quella geriatrica, essendo una pratica piacevole e generalmente priva di effetti collaterali.
Oggi anche in Occidente viene sempre più fruito come ausilio e complemento alle pratiche di medicina occidentale, con cui bene si integra soprattutto in presenza di patologie croniche e nei soggetti costretti ad assumere grandi quantità di farmaci.
Un vasto numero di manovre, un’ampia possibilità di manipolazioni articolari e stiramenti lo rendono un massaggio dinamico, sempre individualizzato e strettamente in accordo con la valutazione energetica che viene preventivamente effettuata.
Il Tuina viene efficacemente utilizzato per disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico sia acuti che cronici, nelle disarmonie della sfera ginecologica, in quelle dell’apparato gastro-intestinale, nonché in ambito neuro- psicologico in casi di ansia, attacchi di panico, insonnia e cefalee.
Poche e severe le controindicazioni che riguardano la presenza di patologie dermatologiche infiammatorie e la presenza di lesioni cutanee, ematomi e scottature.
Alcune situazioni delicate come la prima infanzia o la gravidanza vanno lasciati all’intervento dei tuinaisti più esperti.

Claudia Delle Donne
Psicomotricista. Diplomata in Shiatsu metodo Masunaga, Esperta in Tuina e Medicina Tradizionale Cinese, Diplomata presso l’Università di Nanchino – Cina, Terapeuta e docente di Tuina  Terapeutico Professionale e di Tuina Pediatrico
altrimeridiani@alice.it

EnglishItalian