Art therapy in naturopatia

Il disegno artistico tramite i colori o soltanto con il nero sul bianco viene analizzato come la scrittura in grafologia; questa forma di comunicazione non verbale viene stimolata in età evolutiva, rinforza le nostre attitudini, aumenta l’autostima, libera dallo stress.

Ugualmente elaborare poesie, racconti, romanzi, trame con vari stili e temi, attraverso la scrittura, è una forma di espressione artistica ed intellettuale. Ma il modo di disegnare e il modo di scrivere calligrafico sono in relazione con il nostro carattere e personalità. Analizzando un quadro di un pittore famoso e importante per la creazione dei suoi capolavori, come ad esempio Raffaello, si trova la sua rotondità e curvatura che viene confermata nella sua scrittura grafologica.

In psicoterapia e naturopatia, il disegno su base tematica viene eseguito scegliendo tra vari temi, quello ritenuto più opportuno nel momento attuale; il tema viene disegnato optando tra: disegni geometrici e numeri come ad esempio il Mandala di origine sanscrita; nel Mandala in un cerchio si raffigurano elementi geometrici posti e relazionati a piacimento.

Inoltre si disegnano freccette, case, paesaggi, alberi, fiori, pupazzetti, animali, personaggi cliché come clown, cartoni animati. Questi soggetti a volte si scarabocchiano quando si è intenti in altre operazioni, al telefono, in attesa, eccetera, come i lapsus.

Chi elabora figure geometriche e numeri è più portato per la razionalità, come chi disegna soltanto in nero su bianco; le freccette se sono in direzione in alto e a destra indicano ottimismo; se sono rivolte in basso indicano uno stato depressivo; si osserva in quale parte del foglio vengono rappresentate le freccette: se sono nella parte alta del foglio bianco la persona è idealista, se riempiono la parte inferiore del foglio indicano senso pratico.

Le casette e i paesaggi indicano che non stiamo controllando le nostre emozioni, siamo in relax, e riemerge il nostro Io bambino; può essere il disegno di manager in carriera. Alberi e fiori sono elaborazioni automatiche spesso rappresentate: il tronco richiama il sé e la chioma simboleggia il futuro; fiori, erbe e cespugli, indicano buona capacità d’osservazione e di adattamento all’ambiente. I pupazzetti e animali indicano che prendiamo tempo per riflettere, hanno effetto sdrammatizzante, e si osserva l’aggressività dei visi in relazione con la nostra quantità di aggressività.

Il clown e i cartoni animati mascherano i nostri stati emozionali, e la nostra personalità; infatti il clown ha una maschera scherzosa e divertente che copre la sua tristezza.

Altre cose da analizzare in un cosiddetto scarabocchio tematico sono: la quantità di spazio occupata dal disegno sul foglio bianco, e quindi lo spazio vuoto; se il foglio è tutto occupato completamente indica che l’autore è dinamico e pieno di iniziativa; lo spazio occupato ideale è 2/3 del foglio, perché indica più armonia delle attività personali.

Nel disegno di un rebus in enigmistica, tutti questi fattori si sommano; anche il rebus ha un significato inconscio, avendo la disposizione degli elementi grafici, disposti in modo disorganizzato come durante i sogni notturni.

Jung fu lo psicologo che analizzò per primo il gesto grafico nel disegno d’arte tramite il Mandala, dove sono rappresentati l’Io, il sé, e i conflitti interni.

La pressione del tratto grafico indica energia e forza; gli angoli e le curve indicano più armonia nelle attività in genere delle persone analizzate; queste particolarità del disegno indicano armoniosità quando sono in equilibrio tra loro; quando le curve e gli angoli sono in eccesso la persona è nervosa e in tensione; è nervoso anche l’inconscio per vari motivi.

Le dimensioni del disegno sono in relazione con l’importanza che si dà la persona; anche i colori impiegati per disegnare hanno un significato: rosso è per il tipo dinamico con iniziativa, blu indica calma e sentimento, verde imposizione della propria personalità, giallo è il colore della socialità, apertura all’esterno e al futuro; viola per grande sensibilità, nero è anche la ribellione dell’adolescenza, bianco per chi non ama esprimere la sua opinione e non si pronuncia; grigio maschera il carattere, arancio indica ansia e agitazione.

Lo psicoterapeuta o naturopata non osserva la bravura del disegno della persona, ma tutti questi fattori su indicati; è uno strumento che agevola la conoscenza di sé, migliora il proprio benessere e stile di vita, aiuta a risolvere determinati conflitti psicologici, ed elimina lo stress. Quest’attività viene stimolata e analizzata anche in ambito infantile e nelle scuole dei ragazzi, nell’ambito della medicina antroposofica.

Altri problemi di patologia che vengono curati tramite lo sviluppo delle capacità del disegno creativo sono: stati ansiosi, crescita personale, miglioramento dell’autostima, somatizzazioni, reazioni psicologiche a varie patologie, miglioramento del contatto emotivo, crisi esistenziali.

In sintesi: autostima-poesie-Mandala-animali-numeri-casette-clown-rebus enigmistico-inconscio-rosso-medicina antroposofica-esistenziali.

 

Dottor Fabio Renzi

Fabio Renzi

Farmacista, Naturopata, autore saggista Iscritto a Società Medica Bioterapica SMB Italia - email: fabiorenzi.im@gmail.com - sito internet: www.fabiorenzi.altervista.com - iscritto a Associazione Enigmistica La Sibilla, www.lasibilla.altervista.org

    Fabio Renzi ha 31 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabio Renzi

    Fabio Renzi
    EnglishItalian