Gli omeopatici yin e yang per i caratteri psicofisici

Valutazione del tipo costituzionale omeopatico

La valutazione del tipo costituzionale omeopatico in relazione alle tonalità temperamentali consente di individuare 8 medicinali omeopatici, suddivisi in 2 gruppi yin/yang di 4 medicinali ciascuno, per ogni costituzione/loggia energetica: sulfurica/legno, fosforica/metallo, carbonica/terra, fluorica/acqua.

I composti minerali in forma di sali si avvicinano di più al carattere costituzionale psicofisico. La corrispondenza fra medicina cinese e medicina omeopatica tralascia la loggia energetica fuoco e 4 meridiani relativi. In molte pratiche terapeutiche se ne possono individuare soltanto 2: uno yin e uno yang. Un meridiano di ogni loggia energetica presenta sintomi yin e l’altro sintomi yang.

Suddivisione dei rimedi omeopatici yang e yin

Il metodo più semplice per dividere i rimedi omeopatici yang e yin è valutare il carattere maschile o femminile della medicina omeopatica.

Ad esempio la Pulsatilla è femminile yin, il Carbo Vegetabilis è maschile yang. Si aggiunge ancora un carattere maschile con le diluizioni omeopatiche dispari 5 CH, 7 CH, 9 CH, 15 CH. Le diluizioni pari sono yin, come ad esempio: 4 CH, 6 CH, 30 CH, 200 CH.

Le 4 regole principali secondo questo approccio sono di valutare le cause principali della sintomatologia: esterno/interno, caldo/freddo, eccesso/carenza, yang/yin. Queste regole di medicina cinese corrispondono con le cause etiologiche della medicina omeopatica e con le modalità di miglioramento e aggravamento. Esempio la dulcamara cura i sintomi dovuti a freddo umido, che è una causa esterna e di eccesso di temperatura climatica. Pertanto esterno ed eccesso sono 2 caratteri yang curati da dulcamara yin; il freddo è yin ma prevalgono eccesso ed esterno essendo 2 sintomi contro 1.

Un altro modo di curare l’eccesso di yang è disperderlo con le tecniche di massoterapia, digitopressione, agopuntura, Do In, considerando il meridiano o una dispersione energetica generale.

Testi di verifica e osservazione diagnostica

Altre metodiche sono le seguenti: con un test-verifica di 5 quesiti-domande o tramite l’osservazione diagnostica visiva si stabilisce il biotipo costituzionale; successivamente si individuano 8 tipologie costituzionali  e a ciascuna si fa corrispondere un rimedio tra quelli di costituzione che sono a disposizione. Il test si applica all’interno di ogni costituzione: in queste 8 tipologie si avranno percentuali differenti di caratteri fisici. Dunque bisogna prima individuare il tipo psicofisico, anche in base al colore dell’iride, definendo il sanguineo-fosforico con iride castano scura, flemmatico-carbonico con  iride azzurra, bilioso-sulfurico con iride di colore intermedio, atrabiliare-fluorico con iride di colore intermedio verde.

Le domande-quesiti sono 5:

  1. struttura delle mani,
  2. struttura del viso,
  3. altezza,
  4. peso,
  5. attività lavorativa

C’è sempre prevalenza di un tipo, però si definiscono 8 tipologie differenti con percentuali variabili della costituzione considerata e percentuali variabili delle altre costituzioni.

Prendendo ad esempio la costituzione carbonica avremo 8 medicinali corrispondenti del regno minerale: calcarea carbonica, magnesia carbonica, baryta carbonica, natrium carbonicum, kalium carbonicum, ammonium carbonicum, carbo vegetabilis, graphites.

Tra le tipologie yin abbiamo: la calcarea carbonica si avvicina di più al carbonico puro; carattere pacifico, simpatico, lento nelle attività, ansioso; la baryta carbonica è ancor più lenta, non ha memoria, nervosa collerica; la magnesia fosforica ha bisogno di cambiare costantemente posto e attività, maniacale, sensibile al freddo; kalium carbonicum ha depressione nervosa, malinconica, con bisogno di compagnia, astenico. La belladonna è un rimedio omeopatico vegetale yin.

Per i tipi yang: natrium carbonicum ha depressione maggiore, infastidito dalle musiche; graphites ha una data percentuale di carattere fosforico insieme al carattere carbonico; il carbo vegetabilis è maniacale; l’ammonium carbonicum si avvicina di più a sintomi di terreno e diatesici di altre costituzioni come l’asma respiratoria, tipo ansioso.

Se si considerano 8 piante omeopatiche ci si avvicina di più a caratteri psicologico-spirituali-costituzionali. Se si considerano i metalli ci si avvicina di più a caratteri con pochi riferimenti agli aspetti costiituzionali ma più orientati a caratteri fisici-spirituali-astrali. Se si considerano i rimedi omeopatici di origine animale ci si avvicinerà a caratteri costituzionali-psicologici-astrali. I rimedi biotipologici o nosodi sono per il terreno o diatesi.

La costituzione fosforica, fra i numerosi rimedi, ha pulsatilla yin e phosphorus yang; la costituzione sulfurica ha bryonia yin e sulfur yang, la costituzione fluorica ha fitolacca decandra yin e mercurius solubilis yang.

Fabio Renzi


Bibliografia:

“L’agopuntura, filosofia, tecnica e applicazioni della medicina tradizionale cinese” – Oscar Casa Mondadori

“Omeopatia, tradizione e attualità” – Walter Masci, Tecniche Nuove

“Omeopatia, Collins, una miniera d’informazioni” – A. Vallardi

Fabio Renzi

Farmacista, Naturopata, autore saggista Iscritto a Società Medica Bioterapica SMB Italia - email: fabiorenzi.im@gmail.com - sito internet: www.fabiorenzi.altervista.com - iscritto a Associazione Enigmistica La Sibilla, www.lasibilla.altervista.org

    Fabio Renzi ha 31 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabio Renzi

    Fabio Renzi
    EnglishItalian