La teoria taoista dei 5 elementi

L’origine dei 5 Elementi come concetto nasce dalla Filosofia Taoista, i Taoisti erano antichi scienziati Naturisti per cui dall’osservazione della natura, intuivano le leggi che ne regolano gli eventi, grazie alla filosofia Taoista e i suoi studi si è creato qualcosa di così solido che è tuttora funzionale.

La Teoria dei 5 Elementi rappresenta anche la base della MTC, poiché grazie ad essa possiamo dar voce a ciò che percepiamo e dal momento che la nostra percezione è altamente individuale, grazie a questo mezzo riusciamo a comprendere e comprenderci. Potremmo definire tale Teoria come una convenzione derivata dalla profonda e continua osservazione della natura degli antichi Taoisti, essa possiede un ciclo energetico ben definito, il che ci permette di applicare questa osservazione a tutto ciò con cui vogliamo confrontarci, dall’aspetto emozionale all’energia degli organi, dalle stagioni della vita all’arredamento.

Ciclo di Generazione
Fig.1

Descrivendo il ciclo Naturale dei 5 Elementi, quello di Generazione (Fig.1 ) chiamato anche rapporto Madre Figlio che ci fa capire l’intimità tra i due e come un elemento nutre l’altro, possiamo cominciare dall’elemento Legno, con il quale si intende tutto il mondo vegetale che per noi, come per tutta la specie animale, è Fonte di Vita poiché non siamo in grado di nutrirci dal mondo minerale, il Legno è rappresentato dal colore Verde associato alla primavera, al vento, ed ai sapori agro e acido.

Il Legno in sé possiede un altro elemento, ovvero sfregando due legnetti possiamo generare il Fuoco, ciò significa che all’interno del Legno esiste un’energia eterea che è il Fuoco. Il Fuoco è energia che tende a salire lasciando cadere la cenere che al contrario ha un’energia che tende a cadere e ad accumularsi verso il basso, il Fuoco è rappresentato dal colore Rosso associato all’estate, al calore, ed al sapore amaro.

La cenere accumulatasi si fonde formando la Terra, ricca di sali minerali i quali si coesano e danno origine al Metallo, la Terra è rappresentata dal colore Giallo associata alla tarda estate, all’umidità, ed al sapore dolce.

Il Metallo scende in profondità raggiungendo il nucleo della terra che per le elevatissime temperature fonde diventando liquido, stato fisico che caratterizza l’elemento Acqua, il metallo è rappresentato del colore Bianco associato all’autunno, alla secchezza, ed al sapore piccante.

Infine l’Acqua dalle Falde ci giunge carica di sali minerali, la quale a sua volta andrà a nutrire l’elemento Legno, elemento dal quale siamo partiti e così via in un ciclo infinito che ci dà il senso di un’energia vitale che scorre, l’acqua è rappresentata dal colore Nero associata all’inverno, al freddo, ed al sapore salato.

Ciò che abbiamo appena descritto è come gli elementi si influenzano in Natura e come tutto sia armonicamente connesso, quest’ultimo così rappresentato essendo uno schema, possiamo applicarlo a qualsiasi campo in cui si voglia capire meglio la natura di quest’ultimo e come meglio agire.

Partiamo dall’Acqua che è un elemento fortemente creativo e con grandi potenzialità in se stessa, quindi quando gli organi che supportano tale Elemento che sono i Reni e la Vescica Urinaria funzionano correttamente, sono in Yin allora l’acqua esprimerà tutta la sua creatività e intraprendenza, in costante movimento, quando questa forza di movimento viene meno è perché energeticamente tali organi non lavorano bene, sono in Yang quindi si crea un blocco e l’emozione che ne deriva sarà la Paura.

Il Legno possiede una forza verticale quindi se gli organi correlati a questo elemento che sono Fegato e Vescicola Biliare sono in Yin, esso innalza il potere intraprendente derivante dall’acqua dove trova entusiasmo forza di volontà e coraggio, quando invece questa forza è bloccata perché gli organi non svolgono correttamente le loro funzioni energetiche, sono in Yang, l’emozione che ne deriva è la Rabbia e le Urla.

Nel Fuoco l’idea partita dall’acqua trova la sua massima espressione, creando emozioni di gioia e riso, se gli organi correlati all’elemento Fuoco come il Cuore e l’Intestino Tenue, sono Yin quindi in equilibrio energetico e funzionano correttamente, se ciò non accade il flusso energetico viene bloccato e avremo forti sentimenti di attaccamento e gelosia. L’elemento Terra è l’elemento dell’accoglienza, dell’empatia e della voglia di condividere dal momento che la Terra è colei che accoglie la vita, queste fantastiche qualità si apprezzano quando gli organi collegati a tale elemento ovvero Pancreas, Milza e Stomaco sono in Yin e funzionano correttamente, al contrario se sono in Yang cioè in negativo, questa energia va in blocco e si entra in uno stato ansioso alimentato dal pensiero che chi ci circonda stia bene.

L’elemento Metallo che per natura è rigido e tagliente dona Apertura e Perspicacia, quando per contro la sua natura viene bloccata a causa di una carenza o blocco energetico a livello degli organi ad esso associati come Polmone e Colon, si crea uno stato di angoscia.

Ciclo a Stella o di Inibizione
Fig.2

Ciò che abbiamo descritto è l’aspetto Emozionale applicato all’energia ciclica dei 5 Elementi ma possiamo vedere come tutto questo può indicarci quali influenze intercorrono tra i vari organi andando a seguire un secondo ciclo rappresentato dai 5 elementi, ovvero il ciclo a “Stella” detto di Inibizione (Fig.2 ).

Prendiamo in esempio una persona che nell’elemento del Legno sviluppa la rabbia molto facilmente, di conseguenza questa persona produrrà nel tempo problemi legati al fegato e alla vescicola biliare, ma guardando più a fondo il fegato rivolge il suo controllo anche a tendini e muscoli, in effetti essi essendo tessuti di tipo fibroso ricordano molto la natura fibrosa tipica del legno, per questo avremo dolori muscolari dovuti alla rabbia che si accumula nel tempo e si somatizza ad esempio con forti contratture o un blocco del movimento per evitare di farsi o fare del male in un momento di rabbia.

Osservando il ciclo interno di inibizione dei 5 elementi ciò che ne risente dello squilibrio nell’elemento legno è l’elemento Terra perciò tutti quei disturbi correlati allo stomaco, milza e pancreas organi che come la terra sono soliti accogliere ciò che noi immettiamo per nutrirci e che in caso di squilibrio presentano problemi proprio correlati a queste funzioni portando sentimenti di preoccupazione e agitazione, di conseguenza questo si ripercuote nell’elemento Acqua quindi su Reni e vescica urinaria i quali non svolgeranno più a pieno le loro funzione di drenaggio causando sentimenti di paura, l’acqua si ripercuote sul Fuoco elemento che supporta il cuore e l’intestino tenue che quindi risulteranno privi della loro energia necessaria alla sopportazione dello sforzo che sono chiamati a compiere per alcune delle funzioni vitali del nostro corpo, portando sentimenti di gelosia, il Fuoco così condiziona l’elemento Metallo sede dei Polmoni e del colon generando emozione di tristezza e di sconforto.

Fasi della Vita
Fig.3

Vogliamo invece adesso prendere in esame le varie fasi della vita applicandole allo schema dei 5 elementi ( Fig.3 ), dove ogni elemento ha una corrispondenza molto importante nel nostro corpo sia per ciò che riguarda il corpo fisico sia emozionale che mentale e spirituale.

Per quanto riguarda gli organi si parla sempre in chiave Energetica dal momento che la MTC è una Medicina Energetica, per questo si fa comunque riferimento alle funzioni organiche che anche la Medicina Allopatica riconosce ai vari organi, ma in più si considerano le Funzioni Energetiche ben precise.

Ogni fase della vita è legata in modo particolare ad uno dei 5 elementi, e già da appena nati tutti gli elementi sono presenti in noi poiché ovviamente anche tutti gli organi sono presenti, così ogni fase della nostra vita sarà caratterizzata dalla manifestazione energetica di un determinato elemento piuttosto che gli altri.

Dalla mappa dei 5 Elementi possiamo partire con le fasi della vita animale e umana dall’elemento Acqua, poiché la vita nasce in questo elemento, come concepimento e gestazione.

Dall’esatto momento in cui veniamo al mondo la vita si manifesta nel Legno e siamo nel periodo che va dai 0 ai 15 anni ovvero la primavera della vita, in seguito essa cresce nel Fuoco nel calore estivo della vita e abbiamo dai 15 ai 30 anni nella quale giocano un ruolo fondamentale le relazioni e la scelta del partner.

Dai 30 ai 45 anni la vita matura nella Terra, nella tarda estate della nostra vita per poi passare dai 45 ai 60 anni dove entriamo nella fase del raccolto con l’elemento Metallo a indicarci la fase autunnale della nostra vita, quella in cui nasce in noi il desiderio di fare un bilancio di ciò che è stato importante per noi e di decidere cosa dobbiamo tenere e cosa dobbiamo lasciare andare, come in natura vediamo le foglie ingiallire in autunno e cadere dagli alberi, allo stesso modo noi dovremmo imparare dalla natura a lasciar andare ciò che ci appesantisce ad un certo punto della nostra vita.

Infine dai 60 ai 120 anni si rientra nell’elemento acqua in cui si incontra l’ultima possibilità di realizzare noi stessi e il compito dell’anima per cui siamo stati chiamati su questa terra, fare tesoro della nostra saggezza e infine incontrare nell’acqua così come abbiamo trovato la nascita, incontrare la morte.

Questa visione in particolare degli antichi Taoisti è molto bella e si avvicina anche a quella che è la nostra visione spirituale, poiché la morte non viene vista come la fine, ma semplicemente come la trasformazione e il passaggio ad un altro ciclo, infatti il ciclo ricomincia…

Martina Femiano


Sitografia:

Laboratorio Salute (trasmissione televisiva programmata su TELECOLOR)

Martina Femiano

Tecnico Chimico Biologico, esperta in Alimentazione Naturale ed Intolleranze Alimentari, esperta in Erboristeria e Prevenzione Fitoterapica, diplomanda in Naturopatia.

    Martina Femiano ha 2 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Martina Femiano

    Martina Femiano
    EnglishItalian