Ansia e Paura: fronteggiarle con la Medicina Cinese

Quando si parla di ansia in Medicina Tradizionale Cinese quasi sempre si ha un coinvolgimento dello Zang (organo) Cuore.

Infatti sintomi tipici sono palpitazioni, insonnia, confusione mentale, sudorazione specie alle mani e alle ascelle (in corrispondenza del meridiano di Cuore).
Le cause potrebbero essere principalmente due: Fuoco di Fegato che invade il Cuore (stress emotivo) o Deficit di Sangue di Cuore (e quindi Shen/emozioni poco ancorate).

Ogni elemento è collegato ad una coppia Organo-Viscere e ad un emozione. L’elemento acqua (tipico per altro del periodo invernale) è collegato a Rene e Vescica Urinaria la cui emozione è la paura. Avrete sentito tutti il detto “farsela sotto dalla paura”!

Come prevenirle, gestirle e comprenderle in MTC (medicina tradizionale cinese) e Floriterapia?

  • ALIMENTAZIONE ENERGETICA.  Per gestire al meglio queste emozioni è importante nutrire il Sangue grazie
    all’assunzione di brodi (di carne o di verdure), estratti con frutta e verdura di stagione, polline e bacche di goji. Mobilizzare l’energia del Fegato e cercare di rinfrescarlo grazie a menta, melissa e soprattutto sedano. Infine sostenere il Rene con germogli, semi oleosi e frutta secca.
  • Esistono anche cibi che hanno un’azione specifica sullo Shen (componente emozionale). Essi sono: grano (ecco perchè quando siamo stressati andiamo in cerca dei farinacei!), fagiolo mug e soia nera, ostrica, lattuga, giuggiola, pera, ribes nero, uovo di gallina, birra (ovviamente senza eccedere!) e maggiorana.
  • Decotto per l’insonnia. Bastano due semplici ingredienti: zucchero bianco, usato per il suo effetto rilassante, e semi di giuggiola, per nutrire Yin e Sangue. Attenzione nei decotti gli ingredienti più coriacei vanno fatti bollire per almeno 10 minuti!
  • AUTOTRATTAMENTO CON DIGITOPRESSIONE. Il punto MC6 (pericardio 6) NeiGuan è ottimo per
    alleviare l’ansia, le palpitazioni e la nausea. Si dice che questo punto possa “equilibrare l’essere interiore”. Si trova all’interno dell’avambraccio, esattamente al centro, a distanza di 3 dita dalla piega del polso.
  • QI GONG. Il modo migliore per non sentirsi in balia delle emozioni è quello di radicarsi; a questo scopo, la respirazione è lo strumento più utile. di grande utilità la pratica della “piccola circolazione celeste”, esercizio statico di Qi Gong alchemico. Per i neofiti può essere utile eseguire l’esercizio ad occhi chiusi e visualizzare il percorso ascendente del meridiano straordinario “vaso Governatore” (Du Mai) durante l’ inspirazione profonda, esso genera a partire dal perineo, segue l’andamento della colonna vertebrale, prosegue per la sommità del capo e termina al centro del labbro superiore; ad esso segue “vaso Concezione” (Ren Mai) con direzione discendente in espirazione, il suo percorso a dal centro del labbro inferiore, passa per l’addome e termine al perineo. Allo scopo di connettere i due meridiani straordinari è importante mantenere la punta della lingua attaccata al palato superiore.
  • INTEGRAZIONE FITOTERAPICA. In caso di Ansia, palpitazioni, insonnia, difficoltà di concentrazione e comparsa di fobie è consigliata l’assunzione del preparato fitoterapico Gui Pi Tang, a base di Ginseng e Astragalo. Prima di procedere con l’assunzione è comunque consigliabile consultarsi con un esperto del settore.
  • FLORITEAPIA DI BACH. Premesso che la scelta del fiore andrebbe personalizzata in base a come ciascuno vive
    questo particolare momento; il fiore di Bach più indicato a livello generale è Mimolus in quanto agisce sulle paure specifiche piccole o grandi che siano. Se invece siete preoccupati per i vostri cari allora il fiore più indicato è Red Chestnut.

Margherita Carli

Margherita Carli

Dott.ssa in Scienze Motorie e Operatrice Olistica specializzata in Alimentazione Energetica secondo la Medicina Tradizionale Cinese Integrazione Fitoterapica Fiori di Bach

    Margherita Carli ha 9 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Margherita Carli

    EnglishItalian