Il sapone di Aleppo: vecchio come il mondo

sapone_aleppo

È originario della Siria, la sua produzione è concentrata nella cittadina di Aleppo e poche altre zone dove cresce l’olivo poiché prima, la produzione dei saponi proveniva esclusivamente dall’olio di oliva.
Le prime notizie di questo sapone si possono trovare nell’Antico Testamento e risalgono al 2.500 a.C. 
Ancora oggi, nelle saponerie ormai centenarie, abili artigiani preparano, attenti alle singole fasi di lavorazione e impiegando solo ingredienti vegetali questo prodotto unico al mondo.
La produzione avviene utilizzando olio di oliva che, dopo il raccolto di novembre viene cotto lentamente per più giorni aggiungendo soda estratta dal sale marino.
Alla fine di questa cottura si aggiunge olio di bacche di alloro: proprio questo determina il profumo e il pregio di questo sapone.
Dopo la colatura e il raffreddamento, il prodotto viene tagliato in panetti ed essiccato per 10 – 12 mesi.
Il risultato è un prodotto naturale, puro e biologico, biodegradabile al 100%, privo di profumazioni e coloranti artificiali, grassi animali e Ogm, SLS  – dunque non dannoso per l’ambiente e per l’uomo.
La colorazione marroncino – giallastra (dal ripieno verde) e l’odore particolare sono proprio dovuti all’ossidazione naturale e perciò indice di qualità.
Ma, a cosa  si devono le buone proprietà di questo sapone?
Come detto, è la concentrazione di olio di alloro che ne determina il potere curativo.

  • Nella concentrazione che va dal 4% all’8% è impiegato per patologie della pelle lievi, come antisettico per la pelle grassa, per l’igiene intima e come emolliente.
  • In concentrazioni superiori (max 16%) è indicato per patologie più importanti come eczemi, psoriasi, allergie, dermatiti e micosi.

L’olio di alloro ha infatti spiccate proprietà antisettiche e curative: distende la pelle, ne apre i pori favorendo un’accurata pulizia ed eliminando i batteri responsabili dei cattivi odori.
Nello stesso tempo, nutre la pelle donandole morbidezza e freschezza aiutando la distensione delle rughe.
Il suo impiego è consigliato persino per lenire i dolori dovuti alla muscolatura contratta.
D’altro canto, l’olio di oliva per il suo notevole contenuto di vit. E e polifenoli dalle proprietà antiossidanti e antinvecchiamento è ideale nel trattamento di bellezza di pelle e capelli.
Nutre e rende soffice la pelle del corpo e i capelli, aiuta nella cicatrizzazione delle ferite e nelle infezioni, nel trattamento di orticarie e arrossamenti. Nutre i bulbi piliferi rinforzandoli, elimina la forfora.
Ovviamente, solo il sapone non può risolvere problematiche gravi, ma può in ogni caso essere una terapia d’aiuto.
Nei centri estetici e beauty farm, proprio grazie alla riscoperta di questo prodotto già utilizzato nell’antichità nei bagni turchi d’oriente come trattamento di bellezza prima del classico massaggio, è possibile eseguire un “massaggio di schiuma” utilizzando delle stoffe di lino naturale piuttosto ruvide che stimolano la circolazione esercitando un leggero peeling. Durante il tempo di posa, i princìpi attivi penetrano in profondità e l’epidermide si libera dalle tossine acquistando tono e lucentezza.
La sola applicazione del sapone di Aleppo avrebbe già di per sé un’azione benefica.
Non a caso, è uno degli ingredienti più usati per la cura del corpo nel percorso del bagno turco.
La seduta si arricchisce però di altre tecniche di stimolazione dei tessuti che la rendono completa ed efficace ma soprattutto personalizzabile in base alle esigenze di ciascuno.
Per il massaggio l’estetista si serve di 2 sacchetti di cotone o canapa riempiti di sassolini o cristalli a seconda che si voglia enfatizzare l’effetto rilassante o snellente e drenante.
Nel primo caso, i sacchetti vengono riempiti di cristalli di rocca che permettono una stimolazione vigorosa dei tessuti facilitando dunque l’eliminazione delle contratture.
Se lo scopo invece è quello di migliorare il drenaggio linfatico riducendo i gonfiori, i fagottini vengono preparati con sali himalayani ricchi di oligoelementi che assorbono per osmosi i liquidi in eccesso.
Il trattamento, della durata di 1 ora circa, già dalla prima seduta produce i suoi effetti, tuttavia, è bene  ripeterlo almeno una volta al mese per mantenere i risultati raggiunti.
Per concludere, una curiosità: il sapone di Aleppo a scaglie, per le sue proprietà disinfettanti e sbiancanti può essere utilizzato per il lavaggio della biancheria per chi necessita di detergenti naturali e per i soggetti affetti da allergie causate dai detersivi sintetici.
Il suo uso è altresì raccomandato come antitarme negli armadi e nei cassetti.

Stefania Luccarini
Esperta in alimentazione, intolleranze alimentari ed erboristeria
vaniglia_ama@yahoo.it

EnglishItalian